Crea sito

Bookcrossing: libri in viaggio

1 min read

Il bookcrossing, unione dei termini inglesi “book“, libro e “crossing“, passaggio, consiste nel rilascio di libri in luoghi pubblici o dedicati a tale attività. I principi fondamentali di questo scambio sono la gratuità e la condivisione di conoscenza ed emozioni, oltre alla passione per i libri e la lettura.

Dunque se un tempo si poteva trovare un messaggio in bottiglia camminando sulla spiaggia, oggi possiamo aspettarci di trovare un libro sulla panchina del parco.

 

L’idea

Questa attività nasce nel 2001 da un’idea dei coniugi Kaori e Ron Hornbaker che lanciarono un sito che permettesse di tracciare, attraverso un codice identificativo (BCID), i viaggi dei libri rilasciati. Tale codice, presente sul sito e nel libro, permette agli utenti iscritti alla piattaforma di ripercorrere i passi che hanno permesso l’arrivo della storia nelle loro mani.

Un ulteriore obiettivo è la connessione delle persone attraverso i libri: dal sito è nata una vera e propria comunità di “bookcorsari” che condivide libri, recensioni e partecipa ad eventi e iniziative nelle quali discutere delle letture, rilasciare libri e scambiarseli.

Sul sito ufficiale si legge che il numero di bookcorsari è pari a 1,830,06712,243,006 sono i libri girovaghi in 132 paesi. Purtroppo però l’Italia non rientra nella Top Ten dei paesi che più scambiano libri.

Nel nostro paese

Nella piattaforma italiana troviamo comunque 508,580 utenti iscritti e 3,461,527 libri registrati. Il problema sembra essere allora la promozione di un’iniziativa così bella, volta alla gratuità e al riciclo. Saremo in grado di rilanciarla?

 

Written by Lux

Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche all’Università degli Studi di Firenze, è la piccola del team. Nella vita è studente a tempo pieno distaccata a Milano e proprio per questo ci parla di urban lifestyle a 360°.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: