Crea sito

Manuale per autostoppisti: come fare autostop in questa galassia

3 min read

Come si evince dal titolo riadattato, oggi non parliamo certo del celebre romanzo “Guida galattica per autostoppisti”. Per noi, infatti, niente fantascienza!

Viaggiare per il mondo costa e presto svelerò altri trucchi per risparmiare, ma per chi non sa rinunciare all’avventura, esiste una piattaforma in cui gli utenti condividono informazioni, esperienze e consigli su come fare l’autostop! È di questo che si occupa Hitchwiki.

In Italia è vietato su strade a scorrimento veloce come l’autostrada e la violazione della legge comporta un illecito amministrativo; tuttavia con questo metodo è possibile girare il mondo!

Sul sito

Nella home page del sito, la cosa che più mi ha colpito è la sezione eventi che viene presentata: non avrei mai creduto che ci potessero essere nel mondo raduni di autostoppisti, ma a quanto pare hanno un calendario davvero pieno di impegni!

In ogni caso, il sito si compone anche di altre sezioni, come ad esempio “Places to go”, un elenco dei continenti che rimanda a delle pagine con informazioni utili per pianificare un viaggio on the road sul territorio. Per avere notizie di un particolare luogo, tuttavia, basta inserirne il nome nel motore di ricerca della pagina.

Come affrontare il viaggio

Credits: Hitchwiki

Super importante è leggere la sezione “Top Tips“, ovvero suggerimenti migliori, soprattutto se si è alla prima esperienza di hitchhiking.
Come suggerisce l’immagine, tanti sono i punti che vengono affrontati e che è bene seguire.

Innanzitutto, se si vuole fare l’autostop è bene progettare il percorso in modo logico: non sempre la strada più corta garantisce un passaggio, a differenza di quella più trafficata. Per fare questo è necessaria anche una buona cartina! Possibilmente con indicate le stazioni di servizio, ottimi posti dove trovare un passaggio, un rifugio contro il brutto tempo o delle semplici informazioni. Naturalmente oggi è possibile utilizzare le mappe di Google, ma anche quelle offerte dalla piattaforma e consultabili offline.

Altro punto essenziale, non solo per aumentare le possibilità di ottenere un passaggio, ma anche per la propria sicurezza, è il luogo in cui fermarsi. Infatti, è importante poter essere visti da lontano, così che gli automobilisti abbiano il tempo di rallentare, e sostare in un punto vicino ad uno spiazzo per poter permettere alle macchine di fermarsi in totale sicurezza.
Per aumentare le chance è consigliato l’uso di cartelli con scritto il nome del luogo che si vuole raggiungere o addirittura anche solo la direzione nella quale si vuole viaggiare.

Importante è anche l’apparenza; mi raccomando, vestiti puliti e aspetto, per quanto possibile, curato. (Se necessario, tieni da parte un’unica maglietta da utilizzare durante la sosta per l’autostop). Fare buona impressione, essere sorridenti e positivi può aumentare le possibilità che qualcuno si fermi a “raccattarti”.

Per la tua sicurezza invece informa gli amici o i parenti sul tuo percorso, dove ti trovi, dove stai andando o su quale macchina (con quale targa) sei salito.

Se poi ti stai chiedendo: “ma il gesto dell’autostop è universale?” trovi questa informazione e tante altre sul sito.

Suggerimento: stanno creando una nuova piattaforma (Trustroots) butta un occhio anche lì.

Lux :Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche all’Università degli Studi di Firenze, è la piccola del team. Nella vita è studente a tempo pieno distaccata a Milano e proprio per questo ci parla di urban lifestyle a 360°.

View Comments (1)

  • Articolo davvero molto interessante! Non conoscevo questo sito, ma leggendo l'articolo mi è subito venuta voglia di farci un giro! Aspetterò con curiosità anche gli altri articoli riguardanti i trucchi per risparmiare viaggiando!

Comments are closed.