Quando la condivisione fa bene all’ambiente: il composharing

2 min read

Nel 2015 in Emilia Romagna è stata varata una legge a sostegno dell’economia circolare, della riduzione della produzione dei rifiuti urbani, del riuso dei beni a fine vita e della raccolta differenziata che prevede l’indirizzamento di parte degli introiti ricavati dal pagamento delle tasse sulla spazzatura ad un fondo per l’incentivazione alla riduzione dei rifiuti.

Proprio da questa legge nasce l’idea di composharing che dal 2016 si occupa di condivisione di attrezzature ed esperienze per il compostaggio.

L’obiettivo principale è quello di ridurre la produzione di rifiuti organici che, sembrerà strano, hanno comunque un notevole impatto sull’ambiente: dalle buste di plastica gettate dentro il cassonetto dell’organico al consumo di energia per la raccolta e lo smaltimento. Infatti spesso i rifiuti organici sono ancora destinati alle discariche o agli inceneritori e raramente vengono utilizzati per il compostaggio o impianti energetici a biomassa. E non stiamo considerando i costi di questo meccanismo!!

Il servizio

Composharing offre il materiale necessario al comune che partecipa al progetto sostituendo la condivisione delle attrezzature al loro acquisto e un servizio di consulenza per il cittadino e il comune stesso. Questa iniziativa permette anche di creare una community in cui gli utenti possano scambiarsi consigli.

Cosa serve e perché farlo

Il materiale fornito si compone di: un biotrituratore per sminuzzare il materiale organico e un vaglio meccanico ai quali si possono aggiungere un rivoltatore, un macchinario per l’ossigenazione del materiale, ma anche un tosasiepe e quanto necessario per i primi steps. L’intento è quello di ridurre i costi della gestione dei rifiuti, sia limitando i viaggi necessari allo svuotamento dei cassonetti, sia riducendo l’attivazione di impianti di smantellamento. Quindi perché non armarsi di cesoie, guanti e rastrelli ed iniziare a compostare? E, perché no, magari farlo sperando che un giorno le iniziative di Shared Earth e composharing possano lavorare in sinergia per un futuro veramente green!

 

Written by Lux

Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche all’Università degli Studi di Firenze, è la piccola del team. Nella vita è studente a tempo pieno distaccata a Milano e proprio per questo ci parla di urban lifestyle a 360°.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: